Temi Child WordPress: perchè è meglio utilizzarli?

Chi si avvicina all’utilizzo di WordPress sente subito parlare di temi child, o temi “figlio”, come best practice nella realizzazione di un progetto wordpress. Si tratta di una buona abitudine che è bene attuare per tutti, sia per il blogger senza grandi pretese che per lo sviluppatore di complessi siti corporate.

Cosa è un tema child e a che cosa serve?

Una volta assodato che è meglio utilizzarlo, cerchiamo di capire perchè. Partiamo dal definire nel dettaglio cosa è un tema child. Se tutti sanno cosa sono i temi wordpress, forse chi è alle prime esperienze potrebbe non sapere cos’è un tema child. Innanzi tutto partiamo da dire che un tema “figlio” è legato direttamente a un tema completo, che viene definito tema “genitore”. Il tema child eredita dal tema genitore tutte le caratteristiche grafiche e di funzionamento, ma permette di effettuare delle personalizzazioni senza toccare direttamente i codici dei file del tema genitore.

La sua utilità principale è quindi la possibilità di aggiornare il tema genitore ogni volta che viene rilasciato un aggiornamento, senza che questo sovrascriva le modifiche al codice che abbiamo effettuato, dato che per le personalizzazioni saremo intervenuti sui file presenti nel tema child.

Ecco i motivi spiegati direttamente nel WordPress codex:

Perché usare un tema Child?

Se si desidera modificare un tema esistente è più opportuno creare un tema Child che modificare direttamente il tema genitore. I motivi che spingono a utilizzare un tema Child sono diversi:

  • Se modificate un tema esistente e lo aggiornate, tutte le vostre modifiche andranno perdute. Con un tema Child, potrete aggiornare il tema genitore (cosa importante per la sicurezza e/o le nuove funzionalità) e continuare a mantenere le vostre modifiche.
  • Permette di velocizzare i tempi di sviluppo.
  • È un ottimo modo per iniziare se avete da poco iniziato a studiare lo sviluppo di temi per WordPress.

Se stai leggendo questo articolo e sei all’inizio del tuo cammino nel mondo di wordpress, probabilmente starai pensando “…tanto non avrò mai bisogno di modificare il tema nè di aggiornarlo, chi me la fa fare di preoccuparmi del tema child?”… sbagliato! Nell’arco della vita del tuo sito con ogni probabilità avrai bisogno di intervenire a modificare qualcuno dei file del tema, ad esempio

  • il file style.css per inserire delle modifiche allo stile grafico della pagina, anche solo per modificare la dimensione di un testo o nascondere una parte del sito che non vuoi visualizzare. E’ vero che esiste la funzione CSS personalizzato nella sezione di personalizzazione di wordpress, ma molti preferiscono modificare direttamente il file style.css.
  • il file functions.php, dove dovrai inserire i vari snippet che troverai in rete per modificare il funzionamento del tuo sito.
  • il file header.php anche solo per inserire il codice di tracciamento di Google Analytics, evitando di utilizzare plugin che possono appesantire il sito per un’operazione relativamente semplice.
  • il file footer.php, ecc….

pensa se hai fatto anche solo una modifica in alcuni di questi file, al prossimo aggiornamento del tema, queste saranno sovrascritte dalle nuove versioni dei rispettivi file, perdendo quindi le personalizzazioni tanto faticosamente realizzate.

Ed è impensabile anche ritenere di non avere mai la necessità di aggiornare il tuo tema: spesso emergono delle falle di sicurezza nei componenti inclusi nel tema, oppure si aggiorna la tecnologia delle nuove versioni wordpress che rendono necessario un aggiornamento anche del tema per mantenere la compatibilità. Quindi è molto probabile che un giorno non tanto lontano ti troverai nella situazione di dover aggiornare il tema genitore all’ultima versione disponibile.

Come si installa un tema child?

Realizzare un tema child è un’operazione relativamente semplice: nella pratica si tratta di creare una cartella e al suo interno inserire un paio di file molto semplici, e quindi caricarla tramite ftp nella cartella /wp-content/themes/ del nostro sito, per ritrovarci il tema child nell’elenco dei temi disponibili del nostro backend wordpress.

Installazione manuale di un tema child

Ma quali sono questio file? e cosa devono contenere? Il codex wordpress ci viene in aiuto con un esauriente articolo, in cui viene spiegato perfettamente come procedere manualmente. Lo trovi cliccando qui.

Installazione di un tema child tramite plugin

Se non vuoi perdere troppo tempo a capire come realizzare il tuo tema child o non hai sufficiente dimestichezza, è possibile creare un tema child direttamente dal backend di wordpress utilizzando uno dei numerosi plugin presenti per lo scopo. Noi utilizziamo Child Theme Generator di Serafino Corriero, un plugin semplice e leggero che realizza esattamente quello che promette, senza troppi fronzoli: Ti basterà specificare quale dei temi installati dovrà essere il tema genitore e dare un nome al tema child, e una volta creato potrai attivarlo direttamente. Una volta conlcusa l’operazione, il plugin potrà essere anche disattivato perchè non è necessario al successivo funzionamento del tema child.

Temi Premium e temi child

Quando si ricorre a un tema professionale per la realizzazione del proprio sito wordpress, molto spesso tra le caratteristiche incluse nell’acquisto del tema, oltre al supporto, ai file di origine e di licenza, troviamo anche il tema child pronto da installare. Un motivo in più per preferire l’utilizzo di temi premium soprattutto per progetti professionali.

Ti indichiamo di seguito alcuni temi premium che includono il tema child:

1. Kalium

Kalium è un tema molto dinamico, che fa della velocità e dell’ottimizzazione delle prestazioni il suo punto di forza. Perfettamente compatibile con i principali theme builder (come wpbakery ed Elementor) e con i principali plugin (come woocommerce e WPML), viene aggiornato molto spesso dai suoi sviluppatori e, ovviamente, contiene nel pacchetto di acquisto il suo tema child pronto da utilizzare.

DEMO | DOWNLOAD

 

2. Hub

Hub è un tema che include un page builder proprietario che semplifica la costruzione di pagine dall’aspetto moderno ed accattivante. Il suo punto di forza è la dotazione con cui viene venduto: oltre 700 template di sezione già pronti da utilizzare e modificare a piacimento e oltre 60 siti completi pronti da personalizzare con i propri testi ed immagini! Anche Hub fornisce con l’acquisto il tema child.

DEMO | DOWNLOAD

 

3. Enfold

Enfold

Enfold è uno dei tempi più venduti di tutti i tempi, con quasi 230.000 licenze vendute. COnsente l’utilizzo di demo già pronte ed è compatibile con tutti i pricipali page builder e plugin. Hai già acquistato Enfold e hai bisogno del tema child? Nessun problema, gli sviluppatori lo hanno reso direttamente disponibile a questo link.

DEMO | DONWLOAD

 

4. Bridge

Bridge è un tema moderno che include nell’acquisto la bellezza di oltre 500 siti demo da cui porendere spunto per partire col proprio progetto. Altro punto di forza, oltre a fornire il tema child, è il supporto fornito e le decine di video tutorial che mette a disposizione degli utenti.

DEMO | DOWNLOAD

 

5. X Theme

X è un tema di successo, grazie al suo stile originale è uno dei più venduti sul mercato. Si caratterizza per il builder integrato, denominato cornerstone, che è molto personalizzabile e pieno di funzioni. Anche X include un buon numero di siti demo completi e già pronti, oltre al child theme.

DEMO | DOWNLOAD

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.